Quali Giganti?

Quali Giganti?

idea Valerio Gatto Bonanni e Federica Fiorenza
regia Valerio Gatto Bonanni
Scrittura collettiva
interpreti Valerio Malorni e Mario Migliucci
scenografia Federica Fiorenza
musica Jacopo Mosca video Federico Maiorani
organizzazione Aidoru Associazione
produzione SemiVolanti coproduzione Teatro Furio Camillo

Chi sono i Giganti? Dove vivono? Che forma hanno? Sono ancora burberi e permalosi come un tempo? Un tempo eravamo Giganti? Ma ci sono ancora i Giganti? E come fare a dimostrare la loro esistenza? Perchè siamo attratti dalle altezze?

I Giganti fanno impressione come tutto ciò che non si conosce. Non si sa come rappresentare queste creature troppo ingombranti, né si sa come affrontarle: hanno un carico di mistero troppo grande.
La figura del Gigante è comune a tutte le tradizioni, è un archetipo, fa parte del mito. E’ interessante perchè rappresenta il diverso per eccellenza: ci assomiglia nella forma però ci sovrasta. Agli occhi dei bambini siamo tutti Giganti!

note di regia In Quali Giganti? s’alternano e intrecciano due piani d’azione, due meta personaggi, l’Esploratore e lo Scienziato, che rappresentano due modi d’affrontare, avvicinarsi e misurarsi con i Giganti.
Si parte con i Giganti, quelli dei poemi cavallereschi. Se ne tenta una descrizione: usi, costumi, linguaggio, alimentazione, ecc. Si racconta una storia di un mondo inesistente e mitologico che riesce a descrivere e raccontare tante, tantissime cose del nostro e realissimo mondo.
Da una parte l’elemento epico si fonde con il gusto del grottesco, come da poema cavalleresco gogliardico o da romanzo d’avventura moderno, dal Morgante e Margutte, Gargantua e Pantagruele al Don Chisciotte, così che l’esplorazione si fa brancaleonesca.
Poi, pian piano il ritmo cambia, ispirato in questo secondo piano d’azione dal trattato/poema Storia naturale dei giganti di Ermanno Cavazzoni: entra in scena l’elemento surreal-scientifico, si forniscono allo spettatore strumenti d’indagine “certi”, che lo condurranno ad una attenta osservazione del mondo Gigantesco che gli esploratori/scienziati hanno costruito intorno a lui. Ora, attraverso una scrupolosissima ricostruzione storica, dai tempi di Davide e Golia fino ai giorni nostri, i due scienziati espongono e confutano le loro tesi con improbabili prove e testimoniante video delle ricerche che hanno compiuto in giro per il mondo: le orme Gigantesche in Australia, la voce di un Giganti sulle alture del Golan, il mi- gnolo ritrovato in Cina…
Ma, la ricerca scientifica ha bisogno di confrontarsi con il pubblico! Non c’è momento in cui non venga chiamato direttamente in causa, in un dialogo continuo che si conclude con una sorta di surreale simposio dove il pubblico è chiamato, fra domande e risposte, a descrivere la propria percezione del Gigante.

Età: dai 6 anni. Adulti.

Durata spettacolo: 65 minuti
Montaggio: 4 ore
Smontaggio: 2 ore
Organico compagnia:
-1 regista/tecnico, 2 attori, 1 macchinista

MATERIALE RICHIESTO A CARICO DEL TEATRO OSPITANTE SPAZIO SCENICO
– Spazio scenico praticabile 6x6m minimo, con graticcio o americane sostitutive.
– Quintatura e fondale nero

LUCI e VIDEO
-12 PC da 1000 watt + bandiere + portagelatina
-1 base/piedistallo per posizionare 1 PC a terra
-2 domino da 1000 watt -2 Pc da 250 watt
-1 consolle luci manuale.
-9 canali dimmer.
-Videoproiettore minimo 3000 ansilumen + cavo VGA di lunghezza sufficiente per arrivare in regia (la sorgente video è un portatile della compagnia)

AUDIO
-2 casse passive min. 300 watt +finali+cablaggi+stativi.
-2 monitor passivi min. 200 watt + finali + cablaggi
-1 mixer 9 canali,con 1 mandata ausiliaria in POST FADER
-1 lettore cd e dvd. -2 mic SHURE SM58+ cavi xlr 5m.

PERSONALE RICHIESTO A CARICO DEL TEATRO
-1 elettricista/fonico per montaggio fonica e puntamento luci

ESIGENZE PARTICOLARI

-la regia luci-video-audio deve essere a fondo sala
-necessità di montare un fondale 8Lx3H m, fornito dalla compagnia.

 


 

Semivolanti Facebook Semivolanti Youtube Semivolanti Flickr
torni